Aggiornamento Covid19: acquisti sospesi fino al 13/04 compreso >

DOMANDE FREQUENTI

Pasta Madre Essiccata con Lievito

Lievito Madre Attivo e Pasta Madre Essiccata sono lo stesso prodotto?

Nel 2019 il nostro Lievito Madre Attivo con Germe di Grano è diventato Pasta Madre Essiccata con Lievito:
nuovo nome, nuova grafica del pacchetto, ma lo stesso lievito di sempre!

La Pasta Madre Essiccata Ruggeri contiene lievito di birra?

La nostra pasta madre contiene una piccola quantità di Saccharomyces Cerevisiae, che funge da agente
lievitante.

Che differenza c'è tra la Pasta Madre Essiccata e la Pasta Madre Essiccata Bio?

La Pasta Madre Essiccata Ruggeri è caratterizzata da una pasta acida di germe di grano. La Pasta Madre
Essiccata Biologica è caratterizzata da una pasta acida di farro.

La Pasta Madre Essiccata Biologica è un prodotto certificato biologico: tutte le materie prime di cui è
costituito sono a loro volta biologiche e devono rispondere a requisiti dettati da Regolamenti europei in
merito alle modalità di coltivazione e a quantitativi massimi di pesticidi, insetticidi, metalli pesanti ecc. che
possono essere presenti nel prodotto finito.

Un'altra differenza riguarda il dosaggio: 10% di Pasta Madre Essiccata sul peso della farina, 20% di Pasta Madre Essiccata Biologica sul peso della farina.

Qual è il dosaggio consigliato per una corretta lievitazione?

Normalmente consigliamo un dosaggio del 10% di Pasta Madre Essiccata sul peso totale della farina.
Per esempio: se la farina è 500 g, vanno aggiunti 50 g di Pasta Madre Essiccata.

In caso di utilizzo della Pasta Madre Essiccata di Farro Bio, il dosaggio è del 20% (sul peso della farina).
Per esempio: se la farina è 500 g, vanno aggiunti 100 g di Pasta Madre Essiccata di Farro Bio.

Come si usa la Pasta Madre Essiccata con Lievito Ruggeri?

Va utilizzata con dosaggio del 10% sul peso totale della farina.

Va aggiunta direttamente alla farina e non necessita di essere sciolta in acqua.

Qual è il Termine Minimo di Conservazione della Pasta Madre Essiccata Ruggeri?

Il Termine Minimo di Conservazione del lievito è di 6 mesi. È calcolato dalla data di produzione e non va
considerato dal momento dell’apertura della confezione.

Per mantenere le caratteristiche ottimali del prodotto durante tutto il Termine Minimo di Conservazione è
sufficiente richiudere bene la confezione dopo ogni utilizzo e riporla in luogo fresco e asciutto.

Come conservare al meglio la Pasta Madre Essiccata con Lievito Ruggeri?

Per conservare la Pasta Madre Essiccata Ruggeri bisogna osservare queste particolari attenzioni:

  • Richiudere bene la confezione dopo ogni utilizzo e riporla in un luogo fresco e asciutto
    (temperatura: 20-21°C).
  • Quando si richiude la confezione, fare uscire più possibile l’aria contenuta all’interno.
  • Non avvicinare a fonti di calore in generale (es. forno, fornello).
  • Non esporre alla luce diretta del sole.
  • È consigliata la conservazione del prodotto (ben chiuso) in frigo, soprattutto nel periodo estivo.
  • Tali accorgimenti non comportano un aumento del Termine Minimo di Conservazione.

Se la pasta madre dovesse prendere un colpo di caldo, continuerà a dare il suo contributo gustativo e
olfattivo all'impasto, ma bisognerà aggiungere del lievito di birra per far partire la lievitazione.

Pane funzionale Salus®

Che cos’è Pane Funzionale Salus®?

È un preparato completo per fare il pane fatto in casa a cui basta aggiungere solo l’acqua. Il pane ottenuto è un pane salutare, light e proteico.

Posso fare Pane Funzionale Salus® anche con la macchina del pane?

Si, con il preparato completo per Pane Funzionale Salus® puoi fare il pane fatto in casa sia a mano che con la macchina del pane.

Pane Funzionale Salus® è un prodotto senza glutine?

No, Pane Funzionale Salus® contiene glutine.

Pane Funzionale Salus® è provvisto della Tasca Magica® Ruggeri, per separare il lievito dalla farina?

Si, Pane Funzionale Salus® è provvisto della rivoluzionaria Tasca Magica® Ruggeri (brevetto depositato) che crea due scomparti interni alla confezione, tenendo separati farina e lievito e permettendo al prodotto di conservarsi più a lungo, senza l’utilizzo di conservanti chimici.

Pane Funzionale Salus® è un pane adatto ai diabetici?

Uno studio condotto dall’Università degli Studi di Padova ha dimostrato che l’assunzione regolare di pane funzionale a basso contenuto di carboidrati e arricchito con beta-glucani, potrebbe migliorare il controllo glicemico di medio e lungo termine nei soggetti affetti da Diabete Mellito Tipo 2 (T2DM), in aggiunta ai farmaci utilizzati per il controllo del glucosio nel sangue.

Cosa vuol dire pane funzionale?

Gli alimenti funzionali sono quelli in grado di apportare benefici per una o più funzioni fisiologiche e capaci di prevenire o ridurre il rischio di malattie. Nel dettaglio, Pane Funzionale Salus® racchiude in se ben 7 benefici nutrizionali, tra cui la presenza di Beta-glucani dell’avena che, se assunti giornalmente attraverso 150g di Pane Funzionale Salus® (quindi almeno 3g di Beta-glucani) hanno la proprietà di ridurre il colesterolo.

Semilavorato Salus®

Che cos’è il Semilavorato per Pane Funzionale Salus®?

È un semilavorato per fare il pane a cui si deve aggiungere acqua e lievito. Il pane ottenuto è un pane salutare, light e proteico con 7 benefici nutrizionali.

Pane Funzionale Salus® è un prodotto senza glutine?

No, Pane Funzionale Salus® contiene glutine.

Cosa vuol dire pane funzionale?

Gli alimenti funzionali sono quelli in grado di apportare benefici per una o più funzioni fisiologiche e capaci di prevenire o ridurre il rischio di malattie. Nel dettaglio, Pane Funzionale Salus® racchiude in se ben 7 benefici nutrizionali, tra cui la presenza di Beta-glucani dell’avena che, se assunti giornalmente attraverso 150g di Pane Funzionale Salus® (quindi almeno 3g di Beta-glucani) hanno la proprietà di ridurre il colesterolo.

Pane Funzionale Salus® è un pane adatto ai diabetici?

Uno studio condotto dall’Università degli Studi di Padova ha dimostrato che l’assunzione regolare di pane funzionale a basso contenuto di carboidrati e arricchito con beta-glucani, potrebbe migliorare il controllo glicemico di medio e lungo termine nei soggetti affetti da Diabete Mellito Tipo 2 (T2DM), in aggiunta ai farmaci utilizzati per il controllo del glucosio nel sangue.